Google ora lascia scaricare i dati da Gmail e Calendar

Google ama sorprenderci, e oggi espande i suoi servizi di esportazione dati. Finalmente non dobbiamo temere che un olocausto nucleari ci tagli fuori dalle nostre mail e calendari.

Google ha rilasciato un annuncio oggi, comunicandoci che c’è una nuova funzione per Gmail e Google Calendar, il download dei dati da entrambi i servizi.

In effetti sarà possibile anche scegliere di scaricare TUTTO, da tutti i servizi di Mountain View: Gmail, Calendar, Google+, YouTube, Drive e qualsiasi altra cosa stiate usando. Il tutto viene presentato in un archivio unico, in questo caso.

Alternativamente è possibile scaricare i dati in modo più granulare per mail e calendario. Si potranno scegliere etichette speciali, singoli calendari oppure scaricare tutti i messaggi di una casella o tutti gli appuntamenti in assoluto. Vale la pena notare che le mail e gli altri dati verranno scaricati da Gmail nel formato MBOX, che può essere tranquillamente esportato a altri servizi.

Via dalla nube


Non serviva un Woz

per ricordarci quanto siamo vittime sacrificali del sistema del cloud, e che una multinazionale che trattiene le nostre mail in effetti può spostarle, cancellarle e di fatto cancellare noi in blocco. A chi appartengono quei dati, dopo tutto, una volta che li abbiamo “regalati” a un server remoto sulla nube? Questi timori sono sempre stati legittimi e Google per una volta smette i panni del cospiratori e opta per spolverare il suo caro vecchio “Do no evil”.

Era già possibile scaricare i propri dati in passato, un servizio chiamato Takeout. La novità quindi è solo un’espansione delle feature precedenti. Il nuovo servizio di esportazione dati arriverà entro un mese a tutti gli utenti, fa sapere Google.

Via | Official Gmail Blog

  • shares
  • Mail