Booking.com compra eBuddy, che chiuderà i battenti

eBuddy chiuderà e i suoi membri passeranno all'interno di Booking.com, per lavorare ad altro.

Booking.com, piattaforma specializzata nelle prenotazioni alberghiere, ha comprato eBuddy, client web-based di instant messaging. L'operazione, apparentemente strana vista la diversità dei settori in cui operano entrambe le aziende, è in realtà una cosiddetta acqui-hire, che porterà dunque il team olandese di eBuddy tra le file degli impiegati della connazionale Booking.com per lavorare ad altri progetti.

Ecco l'annuncio effettuato dagli addetti ai lavori di eBuddy:

"Per oltre 9 anni abbiamo offerto servizi di chat e messaggistica a centinaia di milioni di utenti in tutto il mondo. Insieme a Booking.com siamo entusiasti di aggiungere la nostra esperienza e il nostro entusiasmo al loro team di Amsterdam. Abbiamo avuto piacere nel costruire negli anni i prodotti di eBuddy e siamo entusiasti di partecipare nella costruzione del grande prodotto di Booking.com."

Al momento non ci sono indicazioni riguardanti il lavoro che il team di eBuddy andrà a svolgere all'interno di Booking.com, né soprattutto comunicazioni ufficiali legate alla chiusura definitiva della piattaforma, parte dell'operazione di acqui-hire.

La fondazione di eBuddy da parte di Paulo Taylor, Jan-Joost Rueb e Onno Bakker risale al 2003: da allora, a parte gli uffici di Amsterdam, la società ha aperto altri spazi anche a Singapore e a San Francisco, facendosi apprezzare soprattutto per il suo client eBuddy Chat, in grado d'integrare in un'unica interfaccia i servizi di messaggistica istantanea di Facebook, MSN, Google Talk, Yahoo Messenger, ICQ e AOL.

Via | Thenextweb.com

  • shares
  • Mail