Bitcoin, Mt. Gox lavora sulla sicurezza implementando la One Time Password

Basato in Giappone, Mt. Gox è il più grande cambiavalute Bitcoin del mondo. Da ieri ha procedure di sicurezza di livello bancario - finalmente!

Mt. Gox è uno dei più grossi cambiavalute e mercato per lo scambio dei bitcoin, e ieri con una tersa email ha comunicato grandi novità, che includevano anche l’adozione di una card per la one-time password, una di quelle macchinette a batteria che generano una parola segreta temporanea per l’account dell’utente. Siamo piuttosto abituati a questo piccolo gadget di sicurezza, usati dalle banche per le operazioni online.

L’utente potrà scegliere se aggiungere questo ulteriore strato di sicurezza alle transazioni, sia per il login che per le operazioni vere e proprie.

Questa nuova card OTP è certamente il pezzo forte delle novità, e può essere spedita agli utenti di Mt. Gox per $40, ma ci sono altre novità per il sito, i cui affari - immaginiamo - staranno volando ora che c’è un significativo picco di valore per la cripto-valuta. Negli scorsi giorni il Bitcoin ha sfondato la soglia dei $1000, e ora è a $1159.

SEPA più facile in Europa


Non sappiamo esattamente di quanto si sia alzato il limite per i prelievi qui in Europa, ma Mt. Gox ha fatto sapere di averli duplicati presso la sua banca basata in Polonia, rendendo più facile e comoda la vita di chi fa grossi movimenti di bitcoin nella UE.

Cambia anche l’interefaccia, ridisegnata in collaborazione con Akamai, per una performance più spedita e gradevole. Per chi fosse familiare con il “vecchio” Mt. Gox, è diventato un po’ più piacevole da navigare.

Come ciliegina sulla torta, il sito comunica che da oggi (per gli americani è il Black Friday) fino al famoso Cyber Monday non ci saranno spese per le operazioni. Normalmente Mt. Gox incassa 0.001 BTC per ogni transazione.

  • shares
  • Mail