Wickr, la privacy di un instant messenger anonimo e "auto-cancellante"

Wickr sta certamente ottenendo un certo successo. E non esita a farsi pubblicità sostenendo di aver chiuso le porte in faccia all'FBI!

Wickr è un sistema di scambio messaggi, instant messenger se vogliamo, che deve il suo successo recente alle rivelazioni di Edward Snowden e alla crescente preoccupazione dell’utente medio verso lo spionaggio, l’intelligence e l’approriazione dei nostri dati a fini commerciali.

In un certo senso potrebbe essere considerata una versione più “adulta” di Snapchat, servizio che risponde ai molto più ormonali bisogni di una platea giovane, e i suoi portavoce non si fanno scrupolo di usare i due nomi importanti per farsi pubblicità “Stiamo tra Snapchat e Snowden”.

Come funziona?


Wickr popolarizza alcune funzioni di crittografia di grado militare (che sono quelle che a onor del vero sono le uniche che abbia senso usare).


  • Il servizio è multipiattaforma: c’è su Android e iOS
  • La crittografia occulta testo, foto, messaggi audio e video
  • Il mittente controlla chi legge, per quanto e su quale device
  • Il servizio vanta la superiorità assoluta in quanto a eliminazione sicura dei documenti e contenuti: tutti i metadati vengono eliminati dagli allegati e la cancellazione è sicura
  • È semplice da usare per tutti

Wickr non lascia traccia, insomma, ed è pronto a spiegare che non c’è nulla da recuperare anche volendo. Al punto da aver chiuso le porte in faccia al governo americano, ma senza dover chiudere i battenti come ha fatto Lavabit.

Nico Sell, co-fondatrice di Wickr sostiene di essere stata avvicinata dall’FBI per ottenere una backdoor al servizio e di aver detto no. Sarà vero? Di sicuro si tratta di gente difficile da tenere lontano.

Quale sia la verità, Wickr difficilmente potrà essere più insicuro del solito Whatsapp o - ovviamente - del “vendutissimo” Skype.

Via | Financial Times

  • shares
  • Mail