Google Plus su YouTube non piace agli utenti, parte la petizione e arriva a 200mila firme

Ecco perché una petizione contro Google sta avendo tanto successo

youtube google plus Non è cosa sconosciuta che ormai per commentare i video YouTube serva un account Google Plus, e questo è a dir poco scandaloso, perché, da una parte, obbliga chi non vuole avere altri profili social a farseli; dall'altra, ad associare per forza un profilo - che magari è altamente privato - a un messaggio. Certo, c'è più sicurezza, e, in effetti, è proprio questa che Google ha tirato in ballo; ma va anche detto che le intenzioni potrebbero essere ben altre.

Siamo troppo cattivi, se pensiamo che Google si sia comportato così, per stimolare le iscrizioni al suo social network? Secondo noi, no: YouTube è una piattaforma visitatissima; Google Plus, invece, tutto è fuorché una rete sociale di grande successo: ha molti numeri dalla sua parte - per esempio, gli iscritti -, ma quali sono le percentuali di interazione? Insomma, funziona o non funziona? L'impressione è che sia un flop (o quasi), altrimenti la stessa connessione G+/YouTube non si spiegherebbe.

Molti utenti sono passati subito ai fatti: finora hanno superato i 180mila e sicuramente cresceranno, proprio per chiedere a Google di rimuovere l'autenticazione obbligatoria di Google Plus, prima di commentare; il loro timore, infatti, è quello di vedere violata la privacy, anche se - va detto - non è questo il caso più eclatante: sappiamo bene che su Google scoprire informazioni su determinate persone non è affatto difficile, e questo anche perché si spunta troppo facilmente l'opzione "Acconsenti".

"Stiamo passando - aveva spiegato Google, prima di dare il via all'integrazione - dai commenti alle conversazioni reali": se i firmatari dovessero aumentare, caro Big G, forse ti converrà fare qualche passo indietro...

  • shares
  • Mail