Facebook, oltre a Like ora anche votazione con le stellette

Facebook sempre più strumento di marketing studia un sistema di votazione a stelline per le pagine

Abbiamo visto ieri che Facebook ha deciso di fare un redesign del tasto Like che vediamo disseminato per blog e siti web. Al social network, talvolta paragonato all’esercito degli antichi romani per la continua e spietata avanzata, non basta: secondo alcuni screenshot, infatti, pare che Facebook stia testando un sistema di votazione a stelline per le Pagine. Non è un metodo sconosciuto alla corporation, film e app sono già valutati in tale modo.

Non si tratta del bramato tasto “dislike”, vero “Half Life 3 di Facebook”, che per ovvie ragioni (le interazioni unicamente negative sono un male e non portano vantaggi) non sarà mai implementato, però con il voto si può giudicare quanto piaccia una pagina alla sua comunità o ai semplici passanti.

La votazione viene per il momento visualizzata bene in vista, sotto al suo titolo. Se non è la prima cosa che si vede, è praticamente la seconda, anche perché le stellette sono colorate di blu. Le implicazioni sono molto ramificate per gli utenti.

Da una parte è possibile capire subito l’indice di gradimento della pagina. Dall’altro, è molto più probabile che in alcuni argomenti o dopo eventi particolari siano le persone con un’opinione negativa a esprimersi con un voto. A questo punto chi cura l’immagine di un brand, di un ente o di un gruppo deve decidere se sia meglio che gli utenti non abbiano un’opinione oppure che ce l’abbiano, ma negativa - Non è chiaro se mettere in mostra il voto diventerà obbligatorio o sarà opzionale.

Dopo tutto i Like sono “facili” per una pagina, anzi sono il minimo indispensabile per ricevere aggiornamenti. Un voto invece è un marchio che definisce l’interazione tra utente e pagina stessa, e per sua stessa natura costringe il proprietario della pagina a concepire la promozione su Facebook in maniera completamente diversa rispetto ad oggi - Non potrà permettersi di essere asettico o ignorare i feedback.

Via | TechCrunch

  • shares
  • Mail