Eric Schmidt, CEO di Google, spiega come cambieranno le notizie online


L'occasione era delle più ambite nel mondo della West Coast che blogga, che digita, e che non compra più poi tanta stampa. Un party in casa di Arianna Huffington, in cui era presente mezza Hollywood vecchia maniera, e un pezzo di Silicon Valley talmente grosso che si chiamava Erich Schmidt.

Il CEO di Google, re dei due mondi, perché controlla il motore di ricerca più usato della Terra - di cui hanno però bisogno vitale anche i media tradizionali, per sopravvivere - si è visto recapitare una patata bollente da una Sharon Waxman in grande spolvero. "Google comincerà a produrre notizie, invece che indicizzarle soltanto? Comprerà il New York Times o il Washington Post?".

La risposta di Schmidt è stata un secco no, ma c'è dell'altro. Il CEO più potente del mondo dell'informazione (e, probabilmente, del mondo) ha aggiunto che Google implementerà un sistema nuovo per distribuire notizie di alta qualità, in collaborazione proprio con Times e Post. Non sarà più necessario cercare quei contenuti tramite Google News, ma essi saranno "consegnati" all'utente del motore di ricerca direttamente dalla home page di Google, tramite nuovi algoritmi sempre più sofisticati e nuovi sistemi di pubblicità sempre più "premium". Per nuovi lettori sempre più "interessati" alle notizie.

  • shares
  • Mail