iOS 7 nella bufera, un utente Apple fa causa a Tim Cook per l'aggiornamento automatico

L'aggiornamento automatico di iOS 7 crea problemi a Tim Cook: un utente denuncia il CEO e promette una class action contro Apple

foto ios 7Sembrava strano che qualcuno non l'avesse ancora fatto, e, in effetti, il momento è giunto: Tim Cook dovrà rispondere dell'aggiornamento automatico di iOS 7 a un utente che ha deciso di intentargli una causa. Le ragioni stanno nel modo di comportarsi di un'azienda, Apple per l'appunto, che non ha rispettato l'utente, quando gli ha imposto il download automatico della nuova versione: download che - come senz'altro saprete - occupa circa 1 GB.

Queste, almeno, sono le ragioni dell'utente:

"Il disprezzo di Apple per le preferenze dei clienti in relazione a iOS 7 - ha dichiarato a Cnet - è teppismo aziendale. Il rapporto di Steve Jobs con i dipendenti aziendali era molto aspro, proprio per assicurare la soddisfazione dei clienti, ma Tim Cook apparentemente coltiva una cultura del disprezzo per la soddisfazione del cliente per il perseguimento di profitti aziendali. Si tratta di una politica che finirà per far fallire l'azienda".

Tutto partirebbe dal fatto che, non appena ci si collega ad una rete wireless, tramite la Over the Air mode, il file di installazione di iOS 7 occupa il già citato gigabyte e, ovviamente, non può neanche essere eliminato: da qui nasce non solo la richiesta di risarcimento, ma anche la volontà di intentare una class action a Tim Cook.

Come si concluderà questa faccenda? A chi darà ragione il tribunale? Il verdetto è intuibile - soprattutto in uno stato come l'America, dove i consumatori sono molto più tutelati -; ma non è detto che Tim Cook sia destinato per forza a perdere.

  • shares
  • Mail