Il futuro delle ricerche sul web integrate nell'URL?

aol_love.com_searchOrmai sappiamo che qualsiasi termine di ricerca inserito su Google crea un indirizzo specifico che potremo poi riutilizzare in seguito, magari spedendolo ad amici per poterlo utilizzare a loro volta. Questa funzione e la forte presenza di Google nel mondo dei motori di ricerca ha soppiantato col tempo i siti tematici che offrono a loro volta strumenti di ricerca interni.

La concorrenza ha spinto quindi i fornitori di contenuti a migliorare i propri siti per offrire un qualcosa in più rispetto agli altri. AOL ha recentemente ristrutturato il sito Love.com dotandolo di una utile funzione che permette di cercare un termine specificandolo direttamente all'interno dell'indirizzo URL. Ad esempio digitando l'indirizzo twitter.love.com verrà creata dinamicamente una pagina contenente tutti i risultati sulla parola twitter scovati anche tra le immagini ed i video.

Allo stesso modo il sito ESPN, stranoto a chi ama lo sport, fornisce un servizio analogo che richiede di specificare il termine da cercare subito dopo l'indirizzo: Espn.com/basket cercherà al volo tutti i risultati inerenti la pallacanestro. Anche Icerocket, specializzato per i blog, permette di compiere ricerche mirate utilizzando un sotto-dominio nell'indirizzo, come ad esempio per blogo.icerocket.com. Sarà uno stimolo per Google che la spingerà ad introdurre qualche altra novità?

Via | Micropersuasion.com

  • shares
  • Mail