Twitter, messaggi privati più facili con la possibilità di riceverli dai follower

Twitter non è mai stato particolarmente interessato ai messaggi diretti, ragionando su come ci fossero maniere migliori per parlare privatamente di un social media come questo. Da oggi le cose cambiano.

A Twitter finora pare non importasse molto delle cose che dovevate dire in privato, perché il sistema di messaggistica diretta del social network faceva, mi si perdoni il linguaggio franco, davvero pena.

Le cose potrebbero essere in procinto di cambiare, o per lo meno questa sezione dell’interfaccia ha meritato l’attenzione di qualche sviluppatore di Twitter. Nel futuro, infatti, anche i nostri follower potranno scriverci messaggi privati.

Vi sentite confusi? Non mi meraviglio: per qualche politica interna, infatti, finora voi potevate mandare messaggi ai vostri follower, ma loro invece non potevano fare lo stesso con voi, a meno che voi stessi non foste loro follower.

La motivazione di questa scelta iniziale era di impedire a troll, stalker e seccatori di spedire messaggi privati a VIP, aziende, entità o semplici privati che non erano interessati a seguire nessuno. La decisione di cambiare questa politica deve comunque essere ricondotta all’IPO e al tentativo di Twitter di dimostrare la capacità di migliorare l’”engagement” dei suoi utenti. Ne consegue che i follower che si spera mandino messaggi diretti siano i clienti che vogliono contattare le aziende.

Una considerazione secondaria identifica il desiderio del network, sempre molto evidente, di migliorare l’esperienza d’uso dei suoi utenti, eliminando delle politiche che, come questa, potrebbero generare confusione. Ci si aspetta di poter mandare messaggi privati a tutti, perché tutti gli altri servizi di messaggistica funzionano in tal modo: e così sarà in futuro.

Foto | Flickr
Via | Pocket Lint

  • shares
  • Mail