Sardegna su Google Maps, tutti i nomi modificati in lingua sarda per un mese!

Per un mese la Sardegna su Google Maps sembrava diventata uno stato indipendente: i nomi italiani sostituiti dai toponimi sardi.

La Sardegna si è staccata dall’Italia - Almeno a giudicare da Google Maps. Come accadde in Siria agli esordi di una terribile guerra civile, anche sulla nostra isola dei volontari si sono premurati di cambiare tutti i toponimi nella locale lingua e con i loro nomi tradizionali.

Chiaramente non è nostra intenzione fare un parallelo, ma possiamo far notare che il meccanismo è lo stesso: desiderio di popolo che si scontra con mappe ufficiali, e almeno temporaneamente lo scontro si risolve a favore del primo. Come è possibile?

Il meccanismo di verifica dei nomi di Google Maps si basa solo parzialmente sulla nomenclatura ufficiale. Anni di disservizi e attese hanno fatto capire a Mountain View che è la popolazione locale a conoscere e ad avere interesse nel condividere con la corporation i toponimi.

Nessun ritardo qui in Sardegna, tuttavia, dove i nomi sono ben noti e stabiliti anche per Google, che ha provveduto a ripristinare le condizioni iniziali. L’iniziativa, un po’ burlona un po’ indignata e sicuramente nata dall’amore per la propria terra, è opera di alcuni cittadini locali arrabbiati con lo stato italiano, reo di aver chiesto l’eliminazione dei cartelli bilingui. Il loro gruppo, ”Modifichiamo in Sardo i toponimi della Sardegna su Google Maps. Basta un click”, ha guadagnato la trazione necessaria a cambiare un gran numero di comuni: Cagliari è diventato Casteddu, Oristano è mutato in Oristanis, Sassari ha ripreso il nome di Tàtari e così via.

I moti rivoluzionari, alquanto improvvisi e inaspettati di questi tempi e di queste latitudini, sono stati soffocati piuttosto pacificamente con l’intervento di Mountain View. Non senza aver svolto il proprio ruolo, portando all’attenzione nazionale la causa sarda.

Via | Corsera

  • shares
  • Mail