Battuta d'arresto per la nuova legge francese sul P2P

Battuta d'arresto per la nuova legge francese sul P2PDopo il parere favorevole dell'Assemblée Nationale francese sulla nuova legge sul P2P promossa dal presidente Sarkozy in persona, la sua entrata in vigore sembrava solo una formalità: e invece a sorpresa lo stesso organo parlamentare di Francia ha votato negativamente sulla nuova legge, bocciandola quindi almeno per il momento con un risultato di 21 a 15 rispetto ai suoi 577 componenti, che quindi per la maggior parte hanno preferito non votare proprio una legge più che impopolare.

Jeremie Zimmermann di La Quadrature du Net ha commentato la notizia sostenendo che "si tratta di una vittoria per i cittadini e le libertà civili sugli interessi delle corporazioni", rincarando la dose evidenziando la "grande sconfitta politica" per Sarkozy e il Ministro della Cultura Albanel.

Roger Karoutchi, segretario di Stato ai rapporti con il Parlamento, ha già annunciato che la guerra è tutt'altro che finita, con una nuova versione della legge che verrà proposta durante le prossime settimane. Angosciante direi.

Via | NYTimes.com

  • shares
  • Mail
8 commenti Aggiorna
Ordina: