Perde il lavoro a causa di facebook

Sui social network viene scritto di tutto, in particolare su Facebook. Non a caso, il garante della privacy ha messo in guardia dai rischi che possono derivare dal rivelare troppe informazioni personali sul web. In Inghilterra, sarebbe avvenuto un episodio che avrebbe come protagonista una sedicenne inglese, la quale sarebbe stata licenziata dalla sua azienda (era assunta da appena tre mesi) perche' avrebbe scritto sulla sua bacheca che il suo lavoro e' noioso, senza per altro indicare il nome del suo datore di lavoro. Per giustificare la sua azione, la Ivell Marketing and Logistics di Clacton, avrebbe spiegato che scrivere su Facebook equivale a scrivere sulla bacheca aziendale e che quindi potrebbe indurre anche altri dipendenti a pensare le stesse cose...

  • shares
  • Mail
5 commenti Aggiorna
Ordina: