La Cina spia le altre nazioni attraverso il web?

Rete di spionaggio informaticoUn team di ricercatori del Munk Centre (Università di Toronto) ha scoperto una rete di spionaggio informatico infiltrata in 1295 computer sparsi per 103 nazioni.

L'indagine è partita da una richiesta dell'ufficio del Dalai Lama di controllare alcuni loro computer ma si è espansa in tutta l'Asia e oltre, comprese macchine appartenenti a governi, ministeri degli esteri e ambasciate degli stati che ospitano il leader tibetano, sia in territorio asiatico che in Europa ed America. Una delle più interessanti capacità di Ghostnet, questo è il nome scelto dai ricercatori per identificarla, è la capacità di utilizzare webcam e microfoni per monitorare ciò che veniva detto e fatto.

Seguendo le tracce a ritroso i ricercatori sono arrivati in Cina, ma non è stato possibile scoprire se chi gestisce Ghostnet sia il governo cinese oppure dei cracker privati, mossi da interessi patriottici, politici o economici.

Via | Reuters.com

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: