Google porta le caratteristiche di Snapseed su Google+

Google+ ha integrato le funzioni principali di Snapseed, acquistata dall'azienda pochi mesi fa. Ecco tutte le novità.

Cominciano a vedersi i primi risultati dell'acquisizione dell'azienda Nik Software, sviluppatrice del programma di fotoritocco Snapseed, da parte di Google. Era solo questione di tempo prima che a Mountain View decidessero come integrare le caratteristiche e le potenzialità di Snapseed e ora quel momento è arrivato.

Con un post sul proprio profilo di Google+ Josh Haftel ha annunciato che a partire da oggi gli strumenti principali di Snapseed saranno disponibili a partire da oggi nella versione web di Google+, solo per chi usa il browser Chrome.

Fotoritocco e filtri in stile Instagram

Sarà sufficiente caricare una foto su Google+ per accedere fin da subito ai nuovi strumenti di editing che vi permetteranno in pochi passaggi di migliorare le vostre immagini: ritoccare i colori e selezionare la giusta tonalità, scegliere di intervenire soltanto su singole porzioni dell'immagine.

I più pigri potranno limitarsi soltanto ad applicare filtri prestabiliti, al pari di quanto accade con Instagram o con Twitter e dare un ultimo tocco aggiungendo una cornice virtuale per coronare il tutto.

Solo per Chrome, Android e iOS

Gli utenti che non utilizzano Chrome potranno comunque continuare a ritagliare le immagini o a ruotarle, ma la gran parte del ritocco sarà ora una prerogativa del browser made in Google. E, ovviamente, anche per le applicazioni ufficiali per i dispositivi mobili Android e iOS.

Il rollout è appena cominciato e proseguirà lentamente nel corso delle prossime settimane.

Via | Google+

  • shares
  • Mail