Yahoo! in crescita del 20% dopo l'arrivo di Marissa Mayer

Marissa Mayer, CEO di Yahoo!, fa un bilancio del suo primo anno di lavoro nell'azienda: il traffico è aumentato del 20% e il valore delle azioni è raddoppiato in poco più di 12 mesi.

E' passato poco più di un anno dall'arrivo di Marissa Mayer a Yahoo!, scelta come nuovo CEO dopo Scott Thompson, e ora per l'ex ingegnere di Google è tempo di bilanci. L'occasione per fare il punto della situazione dopo il suo arrivo è stato il palco del TechCrunch Disrupt a San Francisco.

Il nuovo CEO di Yahoo! ha speso qualche parola sul nuovo logo dell'azienda, poi è entrato nel vivo spiegando come è riuscito, in poco più di un anno, a dare nuova linfa vitale a un'azienda in declino e a far aumentare il traffico del 20% rispetto al periodo precedente al suo arrivo in azienda. Oggi Yahoo! può contare su 800 milioni di utenti attivi mensilmente, di cui 350 milioni in arrivo dal mobile.

Persone giuste e prodotti giusti: ecco il segreto del successo

Il merito, dice Mayer, è da attribuire prima di tutto agli investimenti fatti dai suoi predecessori, a partire da Jerry Yang, CEO di Yahoo! fino al gennaio 2012, e a quattro fattori chiave: assumere le persone giuste, costruire i prodotti giusti, traffico e entrate. Queste quattro cose hanno fatto da imbuto e aiutato a ricostruire un'azienda di successo.

Un altro esempio del ritrovato successo di Yahoo! arriva dalla borsa. Il prezzo delle azioni dell'azienda è raddoppiato da quando Marissa Mayer è stata nominata nuovo CEO, segno che la decisione di puntare sul talento e sull'esperienza della Mayer è stato ampiamente ripagato.

Il futuro passa dai dispositivi mobili

Quanto al futuro, Mayer conferma quello che avevamo già avuto modo di capire sulla base delle ultime mosse dell'azienda: gli ultimi sforzi di Yahoo! saranno concentrati sul mobile, in continua e costante crescita. E' lecito aspettarci, per il prossimo futuro, nuove applicazioni che permetteranno di beneficiare dei servizi e prodotti dall'azienda direttamente dai nostri smartphone e tablet.

Via | AllThingsD

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail