Windows 8.1 dopo le lamentele arriva su TechNet e MSDN per gli sviluppatori

Microsoft rimedia all'ennesimo passo falso distribuendo Windows 8.1 su TechNet e MSDN.

Per ragioni di politiche interne che a questo punto preferiamo quasi non sapere (Microsoft fa dei ragionamenti davvero strani, come tutte le grandi corporation), l’attesissimo super-update/Service Pack Windows 8.1 non era finora stato diffuso presso i network degli sviluppatori, impedendo loro di aggiornare le app e i servizi con qualche settimana di anticipo rispetto all’uscita ufficiale all’inizio di ottobre.

Inutile dire che questa decisione ha lasciato davvero sconcertati i programmatori di terze parti, ma le lamentele che si sono sollevate hanno indotto Redmond a alterare la decisione.

”Abbiamo capito”



Windows 8.1 è stato identificato come un trasparente tentativo di riconsiderare le proprie strategie di sviluppo e design, restituendo a Windows 8 alcune delle feature più familiari del passato o - anche meglio - mettendosi nei panni degli utenti per migliorare la loro esperienza.

In una stagione di passi indietro, quest’ultimo non pare il più eclatante.

“Abbiamo compreso grazie al vostro feedback che la nostra decisione di non rilasciare Windows 8.1 su MSDN e TechNet presentava una sfida e un ostacolo per i nostri partner sviluppatori. Abbiamo ascoltato e ricevuto il messaggio”.


Con queste parole Steve Guggenheimer di Microsoft presenta il solito secco atto di contrizione: la RTM di Windows 8.1 è disponibile da oggi sui due network per i partner professionali e gli sviluppatori di terze parti che lavorano a fianco della corporation, TechNet e MSDN.

RTM, ma neppure tanto



Tradizionalmente - e con “tradizionalmente” intendo dire che si tratta di un retaggio dei tempi del software su supporto fisico - una RTM era una versione “finale”, congelata fino alla data di rilascio.

Le cose non stanno più così, il lavoro su Windows 8.1 continua e nessun bug trovato prima del 18 ottobre (la “nascita” ufficiale del pacchetto) sarà risparmiato. Microsoft non si è espressa e non ha commentato sulla nuova politica, anche se è un dato di fatto: l’update del precedente sistema Windows 8 non è mai finito e i vecchi modus operandi fatti di Service Pack e release “finali” sono morti e sepolti.

Via | Windows Team Blog

  • shares
  • Mail