Papa Francesco su Twitter è il più ritwittato al mondo, il social network conferma

Papa Francesco su Twitter è il più ritwittato al mondo

papa su twitterSu Twitter Papa Francesco è il più ritwittato al mondo: a confermarlo è la stessa azienda, che ha avuto contatti proprio con il segreatrio del Pontificio Consiglio delle Comunicazioni Sociali, Paul Tighe; quest'ultimo non ha certo lasciato finire la notizia nel dimenticatoio: all'Osservatore Romano ha spiegato tutti i dettagli, mettendo in evidenza - seppur non consapevolmente - una situazione decisamente diversa da quella che si stava verificando con l'attuale papa emerito Benedetto XVI, il cui arrivo su Twitter è stato giudicato persino come una "catastrofe comunicativa".

Differenti, invece, sono le parole che si possono spendere per il nuovo vescovo di Roma, che vanta ben otto milioni di follower ed è uno tra i personaggi più seguiti al mondo, assieme a Barack Obama.

"Non è tanto il numero di follower che è significativo - ha spiegato Tighe - ma il fatto che questi condividano i tweet e chi ha scelto di seguire il papa lo ritiene tanto importante da condividerne i tweet con i propri follower e così via in una catena incredibile. Così cresce a dismisura il numero delle persone che ricevono i messaggi del papa".

La condivisione su Twitter diventa indispensabile


E questo è molto importante:

"Molti fedeli diventano essi stessi propagatori della parola del papa e del Vangelo. I tweet del papa spesso provocano delle discussioni e dei commenti anche a livello dottrinale ed è importante l'impegno di quei credenti che si mettono in dialogo con quanti vogliano approfondire le tematiche. Così la Chiesa è presente nel mondo dei social network in modo partecipativo e interattivo".

A prescindere da qualsiasi posizione rispetto all'operato e allo statuto della Chiesa, è il peso di Twitter che va considerato: se è riuscito ad affermarsi in modo così imponente tra le mura conservatrici del Vaticano, provate a immaginare soltanto cosa possa essere successo in tutti gli altri settori e come cambieranno pian piano i mass media.

  • shares
  • Mail