Microsoft contro lo spam di Gmail nell'ultimo spot per la campagna Scroogled

Il nuovo capitolo della campagna Scroogled è lo spam in Gmail e alla lettura delle email personali degli utenti da parte di Google.

Google viola la vostra privacy leggendo ogni singola parola di ogni vostra singola mail inviata e ricevuta dall'account di Gmail così da generare annunci pubblicitari personalizzati. Ora hanno superato ulteriormente la linea usando quelle stesse informazioni per inviarvi spam nella inbox camuffato da vere e proprie email.

Sono queste le premesse del nuovo capitolo dell'ormai storica campagna Scroogled da mesi e mesi portata avanti da Microsoft contro il suo acerrimo nemico, Google. Stavolta l'oggetto dell'affondo dell'azienda di Redmond è il nuovo modo che a Mountain View hanno progettato per gli annunci pubblicitari in Gmail.

E' inutile dire come stavolta Microsoft abbia ragione su tutta la linea. Mentre i provider di posta elettronica investono denaro e risorse per trovare modi per combattere lo spam, Google va controcorrente e ne diventa un generatore, con buona pace degli utenti che sono così legati a doppio filo ai servizi dell'azienda da passarci sopra senza fare troppe polemiche.

Microsoft contro Gmail nell'ultimo spot Scroogled
Microsoft contro Gmail nell'ultimo spot Scroogled
Microsoft contro Gmail nell'ultimo spot Scroogled
Microsoft contro Gmail nell'ultimo spot Scroogled
Microsoft contro Gmail nell'ultimo spot Scroogled

Lo scopo della campagna è il solito: screditare la concorrenza - o aprire gli occhi degli utenti, a seconda del punto di vista - e tirare l'acqua al proprio mulino, in questo caso Outlook.com.

Outlook.com è diverso. Noi non leggiamo il contenuto delle vostre email per fornirvi annunci personalizzati e non inviamo nella vostra inbox spam che sembra una email personale.

Via | Scroogled

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: