Twitter, è record di richiesta rimozioni per il social network (+76% rispetto al 2012)

Twitter pubblica il rapporto sulla trasparenza e si scopre che le richieste di rimozione contenuti sono aumentate del 76%

foto twitterTwitter continua la sua ascesa verso il successo, ma deve fare i conti con tutti i rischi e i problemi che questo comporta. Proprio recentemente vi abbiamo parlato dell'introduzione del bottoncino anti-abusi, che sembrava essere molto richiesto: oggi siamo qui a parlarvi di un argomento affine, dopo il rapporto pubblicato proprio dalla società sulla trasparenza della sua rete sociale.

I dati sono stati pubblicati il 31 luglio e parlano chiaro: negli ultimi mesi, le richieste di rimozione contenuti sono aumentate notevolmente, vale a dire del 76%, rispetto allo stesso periodo dello scorso anno.

Si tratta di video, immagini e link sui quali abbiamo anche diversi dettagli: non parliamo soltanto di materiale che in qualche modo diffama o lede la dignità degli utenti, ma anche degli interventi delle associazioni che proteggono il diritto d’autore di grandi gruppi editoriali; le questioni legate al copyright, insomma, sono state all'ordine del giorno.

Richieste di rimozioni record, ecco le cifre


Le richieste di rimozione di materiali per violazione del diritto d’autore, pensate, sono arrivate a 5mila 753: è questa la cifra assoluta del 76% di cui vi abbiamo parlato; su 22mila account segnalati, in particolare, ben 18mila sono stati rimossi e quasi 4mila sono stati sottoposti a censura, secondo le disposizioni del DMCA, Digital Millennium Copyright Act, cioè la legge americana che tutela il diritto d’autore. Non si tratta, per di più, di una situazione che coinvolge solo Twitter: anche Google ha dovuto rimuovere ben 14 milioni di link considerati fuorilegge.

Non molto diverse sono le situazioni che coinvolgono i privati: i numeri sono inferiori, ma parlano comunque chiaro; in sei mesi sono state 1157 le richieste di rimozione, e oltre 900 arrivano proprio dagli Stati Uniti d'America. Cosa farà Twitter per evitare che la situazione peggiori è difficile da dire: che qualcosa debba fare al più presto, però, ci pare scontato.

  • shares
  • Mail