Twitter, ecco come si comportano i leader del mondo sul social network

Si chiama Twiplomacy ed è una indagine sul rapporto fra Twitter e i leader mondiali

Obama barackUna recente indagine su Twitter ha permesso di evidenziare il rapporto fra i leader del mondo e il social network: il rapporto (annuale) si chiama Twiplomacy ed è stato effettuato dall'agenzia di comunicazione Burson-Marsteller, che ha preso in considerazione ben 505 account governativi di 152 Paesi; le cifre, insomma, sono significative e rendono attendibile lo studio.

Ma vediamo qualche dato: il leader mondiale più seguito su Twitter è ancora Barack Obama con 33 milioni di contatti;  non è tutto oro, però, ciò che luccica: pur essendo seguitissimo, infatti, il Presidente degli Stati Uniti d'America non è "interconnesso", vale a dire non segue alcun leader, se non  il norvegese Jens Stoltenberg e il russo Dmitry Medvedev. Anche @WhiteHouse e @StateDept si mostrano poco propensi a seguire i loro colleghi: @WhiteHouse segue soltanto tre leader e @StateDept non segue nessun ministro degli esteri.

Neanche il secondo posto di questa classifica ci ha sorpreso: è il papa (@pontifex) ad aver raggiunto sette milioni di contatti con nove account; nonostante non interagisca con nessun fedele, pensate, i suoi post sono retwittati  circa 11mila volte: una cifra decisamente più elevata rispetto a quella di @BarackObama, i cui tweet sono condivisi 2mila 309 volte.

A prescindere dai dati,

"lo studio mostra - spiega Jeremy Galbraith , amministratore delegato dell'azienda - come Twitter e i social media in generale siano diventati parte integrante di ogni rete di comunicazioni governative. Evidentemente Twitter non è l’unico canale di comunicazione e non sostituirà gli incontri faccia a faccia ma permette una relazione diretta e alla pari. Mi aspetto che un crescente numero di imprese e di amministratori adottino in futuro questi nuovi strumenti che mantengono in contatto i nostri governi a livello globale”.

Tutti gli altri dati sono disponibili seguendo questo link alla fonte originale: imperdibile!

  • shares
  • Mail