Labels vs. TPB una settimana dopo

TPB a processo: settimo giornoContinua il processo contro The Pirate Bay, che assomiglia sempre più ad una farsa grazie all'assoluta impreparazione e mancanza di professionalità che l'accusa dimostra ad ogni udienza.

Le schiaccianti prove portate dai super investigatori comparsi come testimoni chiamati dall'accusa sono risultate a dir poco ridicole: Magnus Mårtensson, da 15 anni a lavoro per la IFPI contro il crimine, ha portato in aula solamente degli screenshot eseguiti mentre scaricava torrent trovati tramite il motore di ricerca di TPB! Chiaramente, nel controinterrogatorio è stato distrutto.

E' stata poi la volta di Magnus Nilsson, dell'Anti-Piracy Office, il quale ha spiegato come ha potuto scaricare dei torrent dalla baia tramite il client uTorrent, ma non è riuscito a dimostrare che i files scaricati provenissero da The Pirate Bay, e, dopo qualche domanda sul funzionamento del protocollo, ha dovuto ammettere che i download sono avvenuti esternamente a thepiratebay.org.

Via | TorrentFreak.com

  • shares
  • Mail
7 commenti Aggiorna
Ordina: