Totalmusic chiude i battenti

Totalmusic chiudeSe non avete mai sentito parlare di TotalMusic non meravigliatevi e non siate dispiaciuti, è soltanto un'altra occasione persa dall'industria discografica di evolversi ed aggiornare il proprio modello di business.

Secondo i finanziatori Sony BMG e Universal Music Group, avrebbe dovuto essere la risposta ad iTunes Store, sviluppando un tipo di business nuovo e diverso dalla semplice vendita di musica: si era parlato di streaming, abbonamenti flat, versioni dei brani adattate a player multimediali portatili o cellulari, contratti con gli ISP prima ancora che con gli utenti. E' andato avanti tre mesi prima che le major staccassero la spina degli investimenti, per far fronte alla crisi mondiale e del mercato discografico, forse pensando fosse meglio continuare a spendere quei soldi in avvocati per le cause contro il file sharing.

TotalMusic era nato dalle ceneri di Ruckus, una piattaforma per lo streaming di musica tra comunità chiuse (come campus o college delle università americane) che proponeva una valida alternativa alla pirateria online.

Via | TechCrunch.com

  • shares
  • Mail