Google Hangouts Remote Desktop, una nuova funzione di screen sharing

Google ha iniziato il roll-out di una nuova feature, lo screen sharing, sulla sua piattaforma di messaggistica tout court, Hangouts.

Sei per caso il “tecnico” di famiglia? Anche se vivi in un’altra città la nonna ti rompe le scatole per ripararle il PC e devi passare ore al telefono a spiegarle cosa fare? Problema risolto: Google Hangouts ora ha lo screen sharing.

Screen Sharing in roll out per gli utenti

La nuova feature si chiama per esteso Google Hangouts Remote Desktop, e non è molto difficile da usare. Se avete mai usato il servizio di videoconferenza di Google, infatti, vi sarà piuttosto familiare, perché si tratta di una semplice opzione che va installata nella vostra interfaccia come si fa con le app in uno smartphone.

L’operazione è identica a quella usata per far comparire le simpatiche sovrimpressione (i “prop” scenici) oppure quella che consente di guardare assieme i video di YouTube. La trovate sotto “Add Apps”, l’apposito tab a sinistra nella GUI di Hangouts.

Se inviate una richiesta di Remote Desktop, il vostro interlocutore potrà ovviamente scegliere se accettarla o meno, e non appena riceverete il suo assenso potrete iniziare a cliccare in giro per il suo desktop - si spera con uno scopo concreto. Di sicuro questo genere di connessione diretta è più efficace di perdere tempo a spiegare come risolvere un problema, e il vostro interlocutore potrà osservare cosa fate. E si spera che ne prenda nota, così non tornerà a seccarvi con altre richieste.

Un tempo Skype offriva la stessa funzionalità, ma poi è stata passata a feature a pagamento. Ci sono altri servizi che offrono la condivisione del monitor, ma quasi tutti sono a pagamento, oppure molto limitati. Google Hangouts Remote Desktop è e resterà gratuito, invece - una bella novità!

Via | Geekosystem

  • shares
  • Mail