Google, rapporto sui malware. Europa Centrale e India sono "epicentri"

Secondo il nuovo rapporto di Google, l'Europa Centrale detiene assieme all'India il record dell'incidenza dei malware.

Google fornisce un nuovo genere di informazioni tramite il suo Transparency Report, ed esse riguardano la diffusione e la penetrazione dei malware.

Europa Centrale il “nexus” più vicino



Il programma Transparency Report divulga agli utenti di Google i pericoli della Rete, a partire da quelli di matrice statale o commerciale (numero di takedown per violazione del copyright, richieste di sorveglianza statali), ed ora anche per quanto riguarda i malware ed il phishing.

Le informazioni sulla cybercriminalità sono geolocalizzate, e di facile consultazione grazie ad una mappa che evidenzia le zone che sono più “calde”. L’Europa Centrale è uno dei record negativi, ed è quello che è posizionato più vicino a noi. Il secondo è l’India.

I dati riguardano le percentuali di siti analizzati da Google che contengono malware. Più è alta, minore è l’attenzione che i cittadini danno all’aggiornamento dei propri sistemi ed alla propria sicurezza informatica, e maggiore è l’attenzione dei cybercriminali verso quel particolare “mercato”.

Secondo quello che dice Google, infatti, Ungheria e Bosnia sono rispettivamente al 15% e al 16%, con l’intero continente Indiano al 15%. Russia ed Ukraina sono meno pericolose di quanto non ci saremmo aspettati, essendo ora ferme all’8%.

Italia, non ci siamo proprio!



L’Italia tuttavia non se la passa molto bene. Secondo Google, infatti, nel nostro paese ben l’11% dei siti analizzati (circa 170.000) dagli algoritmi forensi di Mountain View sono ospiti di malware.

Gli Stati Uniti se la cavano decisamente meglio. Va preso comunque in considerazione che la quantità di siti analizzati varia parecchio da paese a paese varia sensibilmente: quale sia il metodo, su oltre un milione di siti analizzati in USA solo il 2% erano infetti.

Ricordatevi di aggiornare software e sistemi operativi!

Via | GigaOM

  • shares
  • Mail