Google Cultural Institute, arrivano il Museo Galileo di Firenze e il tesoro di Sutton Hoo

L'estate ci porta due grandi aggiunte al fantastico Google Cultural Institute: il Museo Galileo di Firenze ed l'incredibile tesoro archeologico Anglo-Sassone di Sutton Hoo, con i suoi ori e le sue armi.

Google inserisce altre preziose collezioni al suo Google Cultural Institute, un’iniziativa che consente di visitare virtualmente (e gratuitamente) poli culturali, capolavori e collezioni di contenuti.

Dalla Firenze dei Medici ai Secoli Bui della Gran Bretagna

Sebbene i tempi siano brutti e non tutti possano permettersi di mettere mano al portafogli per una bella gita all’estero o anche solo nel nostro paese, culturalmente ricchissimo, resta comunque possibile placare almeno leggermente il desiderio di vedere cose belle e grandiose grazie al Google Cultural Institute, che raduna in sé in una forma facilmente consultabile musei, biblioteche e gallerie.

Google è una corporation con risorse impressionanti, ed è riuscita a convincere progressivamente sempre più partner culturali a collaborare e condividere con l’umanità milioni di documenti filmati e fotografici.

Questo mese direttamente dal British Museum arriva il tesoro di Sutton Hoo, una nave funeraria ritrovata intatta, proveniente dal periodo anglo-sassone. Alcuni dei reperti scavati fuori dalle sue viscere sono letteralmente mozzafiato.

Segue a ruota e con tutt’altro argomento il Museo Galileo, le cui Collezioni Medicee, Collezioni Lorenesi e Collezioni della biblioteca del Museo Galileo esplorano lo stretto rapporto tra arte e scienza.

Di nuovo c’è anche un argomento molto meno impegnativo, il Museo del Futebol brasiliano ci parlerà della storia di tale sport in Sudamerica, così, come antipasto per i Mondali del 2014.

Buon divertimento - mi raccomando, però, se avete qualche soldo da parte investitelo in un viaggio reale in qualche meta del turismo culturale!

  • shares
  • Mail