NetNewsWire 4 entra in beta, ecco un'alternativa "storica" al defunto Google Reader

NetNewsWire è una app "locale" che esiste da molti anni. Un client per chi non si fidava (in questo caso giustamente) della nube e di Google Reader, ora rischia di diventare una valida alternativa ad esso.

Manca una settimana alla morte definitiva di Google Reader. Molti sono già emigrati su Feedly, altri guardano a Digg - Ma ecco che arriva un altro competitor su OS X, iPhone ed iPad, ed ha un nome storico: NetNewsWire.

Dieci anni fa era lo standard



Se non ne avete mai sentito parlare prima è perché una decina di anni fa non usavate il Mac. Eppure nel 2002, quando NetNewsWire è stato lanciato, c’era poco che potesse competere sebbene non mancassero RSS reader. Era semplicemente il meglio del meglio, ed è stato eclissato con lentezza dalle alternative gratuite online.

Dopo essere passata di mano varie volte, l’app è ora sviluppata da una software house chiamata Black Pixel, che ha sviluppato la versione 4.0 ed oggi la rilascia come beta gratuita.

Come funziona



NetNewsWire 4 Beta

è un programma svelto e leggero, che agisce senza esitazione e compie un ottimo rendering degli articoli, che non li fa sembrare una versione economica del sito che li ha partoriti.

L’app non ha molto eye candy, ma si naviga bene con una serie di ottime scorciatoie da tastiera, che lo rendono particolarmente comodo da usare. Per il resto l’utente di NetNewsWire può aspettarsi un’esperienza rilassante e pratica, con i toni grigi di Mountain Lion.

Va fatto notare che NetNewsWire ha un guizzo di originalità inatteso: il tabbed browsing degli articoli. Potete aprirne più di uno per volta, infatti, e se per questo anche taggarli come preferiti.

Non mancano le solite opzioni di pubblicazione e condivisione degli articoli, compreso l’invio tramite email che sembra restare eternamente popolare.

Quando NetNewsWire uscirà costerà 20$. Peccato non si parli di una versione per Android o Windows 8.

Via | SlashGear

  • shares
  • Mail