I migliori siti del 2008 (3a parte)

I migliori siti del 2008 (3a parte)Con la rassegna delle categorie “news”, “mappe” e “blog-microblog” termina questa nostra panoramica dei migliori siti del 2008. Le novità introdotte nel 2008 dalle società presenti sul web hanno modificato due aspetti di Internet: la blogosfera e i servizi di localizzazione. Il 2008 è stato particolarmente interessante dal punto di vista dei blog.

La diffusione di questa realtà è arrivata perfino ai piani alti del governo americano, con i blogger che per la prima volta hanno partecipato alla convention democratica con una propria sezione dedicata. Per quanto riguarda i servizi di localizzazione non possiamo fare a meno di citare i servizi di Google e simili che oggi permettono di raggiungere qualsiasi parte del mondo con un click.

Considerando inoltre la tendenza dei siti a collaborare e scambiare informazioni, notiamo come questi servizi stiano stringendo accordi con siti come Wikipedia o Flickr per condividere notizie e foto.

Se volete aprire un blog troverete liste di servizi davvero lunghe. Ma in cima alla lista troverete, naturalmente, Blogger e Wordpress, grazie ai quali potrete aprire un blog davvero professionistici. Se poi siete anche degli smanettoni, potete scaricare Wordpress e installarlo su uno spazio personale.

Ma il 2008 è stato anche l'anno dell'esplosione del fenomeno Twitter. Amato ma anche odiato da tanti utenti di Internet, il servizio permette di condividere messaggi non più lunghi di un SMS, ovvero 140 caratteri. Nonotante la brevità dei concetti che si possono esprimere, il servizio piace, e si è dimostrato anche utile in occasione di eventi di portata mondiale come terremoti e attacchi terroristici.

Per quanto riguarda le news, Internet è diventata una rete così grande che è davvero difficile trovare informazioni attendibili e precise. Ma in questo campo alcuni siti vengono in vostro aiuto. Se siete alla ricerca di notizie non potete fare a meno di consultare siti come Digg, Reddit, Techmeme (per la tecnologia e l'informatica), Popurls e Slashdot.

Infine, se volete farvi un giro per il mondo, o cercare informazioni su un luogo che dovete visitare, diversi siti di localizzazione sono a vostra disposizione: OpenStreetMap, Walkit, Noise pollution map (per la consultazione dell'inquinamento locale) e Where's The Path? E non dimenticate Google Stree View, che sta estendendo il suo servizio anche alle città italiane.

  • shares
  • Mail