Guide/ Netiquette 2.0, per socializzare meglio

Tamar WeinbergIn rete circolano molti suggerimenti per utilizzare al meglio il social networking, ma c'è una guida particolarmente completa su cui vale la pena di soffermarsi: è quella scritta da Tamar Weinberg, appassionata del Web 2.0, consulente di Real Simple Magazine, Lateral Action, Search Engine Roundtable e Mashable ed anche ex-blogger di Lifehacker.

I Social Media - spiega Tamar - in molti casi tentano di riprodurre le dinamiche delle relazioni sociali reali.

Per ciascuno di essi ci sono alcune "regole d'oro", che potranno trarsi dai comportamenti da evitare. Seguendole, si imparerà a gestire e mantenere al meglio le relazioni sociali online.

La guida riguarda Facebook, Twitter, LinkedIn, FriendFeed, YouTube e StumbleUpon. Vi sono anche alcuni suggerimenti per il blogging e i commenti, alcune considerazioni generali di netiquette 2.0 e delle conclusioni. Nella "puntata" successiva, dunque, si inizierà con Facebook, oggi il più diffuso e più frequentato.

Tutto inizia con alcune domande molto semplici: fareste mai una di queste cose nella vita reale, come:


  • Comportarvi con qualcuno come foste amici senza esservi neanche presentati?

  • Parlare invasivamente solo di voi stessi, fare dell'autopromozione, senza considerare minimamente chi vi sta intorno?

  • Avvicinare qualcuno che conoscete appena, con cui avete parlato si e no qualche volta, e chiedergli insistentemente dei favori?

  • Presentarvi a qualcuno come "Giardinaggio alla Casa Rosa"?


(L'ultimo punto non può essere tradotto letteralmente: si può intendere come l'impiego di uno pseudonimo eccessivamente "fantasioso", che non leghi in alcun modo con l'effettivo titolare dell'utenza)

Se a qualcuno dei punti qui sopra avete risposto di si, forse c'è bisogno di qualche nozioncina sull'etichetta da impiegare nei media sociali e, forse, anche nella vita reale.

Appuntamento al prossimo post, per parlare di Facebook.

  • shares
  • Mail