La RIAA chiede 1 milione di dollari per 7 canzoni condivise su Kazaa

La riaa contro Joel TenenbaumJoel Tenenbaum è un ragazzo preso di mira nel mucchio dei downloader dagli avvocati della RIAA, a cui è stato chiesto un milione di dollari per aver condiviso sette canzoni attraverso il software p2p Kazaa.

La corte di Rhode Island vedrà fronteggiarsi le torme di avvocati delle case discografiche contro il professor Charles Nesson (cattedra di legge ad Harvard) ed i suoi studenti, che difenderanno i genitori di Joel da quest'ennesimo ridicolo atto da parte della industria musicale e cinematografica. Il professor Nesson punterà sul fatto che i signori Tenenbaum sono stati obbligati durante le indagini a fornire il loro computer alla RIAA perchè vi si cercassero prove del terribile delitto, che è già di per sé un abuso, specialmente considerando che la macchina era di proprietà del figlio.

Citando le parole della difesa "sarà una battaglia contro le pratiche intimidatorie dell'industria dello spettacolo". Per chi vuole mantenersi informato o sostenere Joel, c'è un gruppo su Facebook che conta già più di 1200 membri: si chiama Joel Fights Back Against RIAA. Che la giustizia trionfi.

Via | Profy.com

  • shares
  • Mail
7 commenti Aggiorna
Ordina: