Sei provider inglesi bloccano Wikipedia

Sei provider inglesi bloccano WikipediaLa notizia ha dell'incredibile, eppure ha fatto il giro del mondo in poco tempo, dopo una segnalazione comparsa su bugzilla: sembra infatti che sei tra i principali provider inglesi abbiano inserito Wikipedia nella lista nera della Internet Watch Foundation, come sito legato alla pornografia infantile.

Da domenica molti navigatori inglesi non riescono a visualizzare la maggior parte degli articoli di Wikipedia. I provider coinvolti in questa decisione sarebbero Virgin Media, Be Unlimited/O2/Telefonica, EasyNet/UK Online, PlusNet, Demon, e Opal.

Il pomo della discordia sarebbe, ancora una volta, l'articolo riguardante la band degli Scorpions, il cui album Virgin Killer del 1976 presenta la foto di una ragazza in età pre-adolescenziale nuda. E non sarebbe la prima volta che questo articolo si trova al centro di controversie di questo tipo, visto che già tempo fa l'FBI aveva avviato una indagine per pedopornografia.

Il sistema utilizzato dai sei provider inglesi funziona in modo da impedire agli utenti di vedere i contenuti bloccati dal proxy (in questo caso si tratta di Wikipedia), e come seconda azione tutti coloro che tentano di accedere a Wikipedia passano da un unico indirizzo IP. Gli utenti inglesi si trovano di fronte pagine vuote oppure errori 404, quando si tenta di accedere all'articolo degli Scorpions.

La questione ora è nelle mani della Wikimedia Foundation che deve decidere se cancellare l'immagine del nudo preadolescenziale, oppure scontrarsi con i provider inglesi.

Via | Theregister.co.uk

  • shares
  • Mail
24 commenti Aggiorna
Ordina: