I supercomputer che hanno superato il petaflop


Nel settore dei supercomputer presto verrà abbattuta la barriera del petaflop di velocità, raggiungendo potenze di calcolo impensabili fino a poco tempo fa. Secondo la lista dei più veloci supercomputer al mondo, pubblicata dal sito Top 500, al vertice della classifica ci sono Roadrunner, della IBM e Jaguar, della Cray.

Ma questi computer, oltre ad aver superato il limite del petaflop, fanno tante altre cose: grazie alla potenza di calcolo gli scienziati possono ora simulare fenomeni come i cambiamenti climatici con maggiore risoluzione e precisione, e studiare i comportamenti dei materiali nel settore energetico.

L'industria dei supercomputer è cresciuta enormemente negli ultimi dieci anni, e oggi viaggia parallelamente con la scienza che se ne serve. Infatti, superare la barriera del petaflop significa per gli scienziati di approfondire campi di studio nuovi, come la simulazione.

E, mentre i ricercatori approfittano della potenza di Roadrunner e Jaguar, un altro supercomputer è attualmente in costruzione nel laboratorio di Oak Ridge che, abbinato proprio a Jaguar, potrebbe raggiungere la potenza complessiva di 2.5 petaflop.

Ma le prestazioni di un computer come Jaguar non finiscono qui: oltre ai 362 terabyte di memoria, Jaguar dispone anche di un sistema di alimentazione decisamente all'avanguardia e un sistema che permetta agli scienziati di utilizzare applicazioni scritte in diversi linguaggi, che risolvono il problema di dover riscrivere un modello ogni volta che si cambia computer.

Via | Blog.wired.com

  • shares
  • Mail
11 commenti Aggiorna
Ordina: