Combattere lo spam con indirizzi email ad hoc

Quesa è talmente curiosa che non potevamo non riportarla. Secondo la BBC uno dei modi di combattere lo spam, è quello di creare indirizzi email ad hoc.

Il Dott Clayton di Cambridge ha creato un dataser dataset con 550 milioni di email invitati tra il primo Febbraio ed il 27 Marzo 2008. Effettuando alcune verifiche lo scienziato si è accorto che c'era una discrepanza tra il numero di spam inviati verso indirizzi email che iniziano con lettere differenti.

Secondo la sua ricerca, gli inidirizzi più bersagliati iniziano con "A", "M", "S", "R" and "P", con il 40% di tutto lo spam analizzato. Al lato opposto, "Q", "Z" e "Y" sono le lettere meno preferite dagli spammers.

Che dire? Provate a creare un inidirizzo che inizi per Q, Z o Y, e fateci sapere se funziona...

Via | Econsultant.com
Foto | Flickr

  • shares
  • Mail
12 commenti Aggiorna
Ordina: