I MozillaLabs sfornano Ubiquity

Dai Mozilla Labs esce Ubiquity, un nuovo componente che si propone di far evolvere il modo con cui interagiamo quotidianamente con il web e con i mashup.

Oggi siamo abituati a comporre contenuti prelevandoli da più fonti e, lavorando con molti copia-e-incolla, riusciamo ad ottenere ciò che ci serve. Se siamo fortunati troviamo dei servizi di mashup che già integrano fonti diverse per produrre un nuovo risultato, ma di solito sono mashup che MozillaLabs definisce site-centric anzichè user-centric. Ubiquity è un plugin che agevola enormemente la raccolta di contenuti mediante una interfaccia utente testuale che tenta di interpretare le volontà dell'utente.

La versione rilasciata è ancora in fase di sviluppo, siamo infatti alla release 0.1, ma è funzionante e mostra una buona serie di funzionalità: permette di utilizzare le mappe, di tradurre testi, eseguire ricerche, consultare i meteo, evidenziare la sintassi del codice di programmazione e molto altro. Tutto questo con un approccio diverso, dove scriviamo ciò che vogliamo fare e non ciò che vogliamo cercare, mentre Ubiquity ci viene incontro interpretando i comandi.

Le funzionalità sono estendibili e si possono trovare i primi esempi in rete. Molte spiegazioni sono disponibili anche sul relativo Wiki. Secondo Lifehacker sarà difficile che un tool basato sulla command line abbia successo tra gli utenti meno esperti, ma è probabile che Ubiquity possa creare una comunità di sviluppatori dedicati ad estenderne i comandi, così come successo in passato per l'estensione Greasemonkey. Voi che ne pensate?

Via | MozillaLabs.com

  • shares
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina: