Sempre più Università hanno una "Second Life"

Sempre più Università hanno una "Second Life"Nonostante la crisi di Second Life, la cui popolarità sta lentamente calando dopo il successo dei mesi iniziali, molte università stanno aprendo dei corsi all'interno del famoso mondo virtuale.

Secondo recenti statistiche, tre quarti degli istituti di istruzione superiore in Gran Bretagna sono coinvolti in qualche attività su Second Life. Secondo Austin Tate, responsabile del campus virtuale della Edinburgh University, i corsi su Second Life sono sempre affollati.

Il vantaggio di un corso online è non solo economico, ma anche di praticità e comodità: gli studenti possono praticamente seguire le lezioni con molta più libertà, senza dover uscire.

Inoltre, il potersi muovere in un ambiente 3D facilità i movimenti e la possibilità di ricreare gli edifici della vita reale. Secondo il professor Karl Harrison delal Oxford University, su Second Life si possono simulare esperimenti impossibili nella vita reale, e cambiare le leggi fisiche. Insomma, nonostante molti utenti stiano abbandonando Second Life (a partire dalle grandi società che hanno investito denaro), le Università hanno trovato un luogo ideale dove potersi esprimere.

Via | Timesonline.co.uk

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail