Sconfiggere Google? E' impossibile

Sconfiggere Google? E' impossibileGoogle è il leader de facto del settore della ricerca, ma può il suo monopolio durare per sempre? Ogni giorno nascono nuovi servizi concorrenti, come Cuil, mentre vecchi avversari, come Microsoft, stanno investendo molto per recuperare il divario.

Eppure Google continua a dominare le statistiche, con il 61.5% negli Stati Uniti (e Yahoo fermo al 20.9%) contro il 9.2% di Microsoft: tutti gli altri non compaiono. Quindi, con questi tre colossi della ricerca, è ancora possibile per una piccola impresa cercare di scalare la classifica?

La riposta è NO e il motivo è semplice: se un servizio di ricerca compie progressi significativi, finirà con l'essere acquistato da Google o Microsoft, prima di rendersi pericoloso. Un esempio può essere la recente acquisizione di Powerset da parte di Microsoft.

Cuil è stato lanciato recentemente come il "più grande motore di ricerca sul Web": il suo indice di 120 miliardi di pagine è tre vole maggiore di Google e dieci volte più di Microsoft. Ma non sembra ancora funzionare bene, soprattutto non offre i risultati più importati nelle prime posizioni.

Molti ritengono che Google è diventato così presente che è impossibile "ucciderlo". L'unica possibilità per Yahoo e Microsoft è cercare nuovi obiettivi, perchè la maggior parte delle persone usa e continuerà ad usare Google, il cui nome, ormai, è diventato sinonimo di ricerca.

Live Search, per esempio, sta seguendo il modello di Google, cercando di attirare gli utenti attraverso i servizi che ruotano attorno al motore di ricerca. Mentre Yahoo rimane sempre il motore di ricerca più popolare negli Stati Uniti. Ma, tutto sommato, essi arrivano in ritardo, visto che Google ha anticipato tutti da tempo.

Infine, gli avversari di Google devono cercare di rendere i loro motori di ricerca più semplici e affidabili nei risultati. Due punti sui quali Google ha investito sin da subito, basando il suo successo proprio sulla semplicità dell'interfaccia e sulla qualità dei risultati.

Via | Arstechnica.com

  • shares
  • Mail
20 commenti Aggiorna
Ordina: