Cuil: nuovo motore di ricerca da ex-dipendenti Google

Cuil: nuovo motore di ricerca da ex-dipendenti Google

Gli ex-dipendenti Google Tom Costello e Anna Patterson hanno lanciato oggi Cuil, motore di ricerca destinato secondo le loro intenzioni a contrastare il dominio del loro vecchio datore di lavoro.

La pagina principale si mostra come ormai siamo abituati, dotata di un solo campo dove inserire la chiave di ricerca, un bottone per inviare la query e poco più, mentre la scelta del colore nero sembra voler rimarcare il contrasto al bianco di Google: non so se si tratta di una mia impressione o è cosa voluta.

A ogni modo, come potete vedere dopo la pausa ciò che differenzia realmente i due motori di ricerca è la pagina dei risultati: quella di Cuil non si presenta con il classico elenco verticale ma con una specie di griglia, dove i link sono corredati da una descrizione un po' più lunga a quella a cui siamo abituati a vedere solitamente.
Cuil: nuovo motore di ricerca da ex-dipendenti Google

Altri punti di forza di Cuil sono l'indice, composto da più di 121 miliardi di pagine secondo quanto scritto in homepage, e la privacy, visto che i suoi autori promettono di non tenere traccia dell'indirizzo IP di chi effettua la ricerca, anche se come al solito in questi casi un minimo di diffidenza è d'obbligo.

Provando il sito con alcune ricerche l'ho visto comportarsi un po' a fasi alterne, tra risultati indovinati e altri che al contrario non c'entravano molto con quanto da me digitato: l'impressione è che manchi almeno in parte quella straordinaria "contestualità" che ha contribuito al successo di Google.

Molto comoda invece la presenza nella pagina dei risultati di alcune categorie suggerite, con le quali restringere la propria chiave di ricerca a un set di risultati ritenuti più interessanti.

Via | Mashable.com

  • shares
  • Mail
17 commenti Aggiorna
Ordina: