La prima Chiesa su Second Life


Le vie del Signore sono infinite? Forse, e scavalcano perfino i mezzi della normale vita, per andare oltre. Ma non stiamo parlando dell'aldilà, bensì della "seconda vita" virtuale, ovvero Second Life.

E se per alcuni è solo un gioco, per tanti altri è diventato una cosa seria. Secondo una ricerca recente, sono state fondate almeno 100 chiese su Second Life. Alcune sono chiese nate per scherzo (come la Chiesa dell'Apatia), ma molte altre promuovono le relative discipline come succede nella realtà.

Sembrerà strano tutto questo, ma bisogna capire che, per i residenti, Second Life è una cosa molto reale: molti membri trascorrono tutto il giorno nel mondo virtuale, fanno nuovi amici, giocano e magari riescono anche a guadagnare qualcosa.

Tutto questo può essere considerato un motivo per allarmarsi oppure un'opportunità da sfruttare. L'utente di Second Life "Emmanuel Hallard" ha preso alla lettera il messaggio di Gesù "Andate in tutto il mondo"...applicandolo anche su Second Life.

Il nome non è scelto a caso, perchè Emmanuele significa "Dio con noi". La scelta di questo utente è stata quindi di passare 10 ore a settimana su Second Life per comunicare con i membri della sua chiesa, che conta circa 1000 iscritti.

La chiesa ha anche una casella per le donazioni, ha delle proprietà terriere che affitta e vende immobili. Ovviamente tutti virtuali. Molte altre chiese virtuali funzionano così, con gruppi di discussione e incontri di preghiera.

Via | Blog.christianitytoday.com

  • shares
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina: