Le aziende spiano i dipendenti per evitare le fughe di notizie

Le aziende spiano i dipendenti per evitare le fughe di notizieSecondo un sondaggio appena pubblicato da Forrester Consulting, le aziende sono sempre più preoccupate della possibile divulgazione non autorizzata delle informazioni via email, messaggistica istantanea e le reti sociali. L'indagine è stata condotta nel mese di marzo e ha coinvolto 301 imprese americane con oltre 100 dipendenti.

Circa il 44% ha dichiarato un potenziale rischio di fughe di informazioni attraverso il web. Circa il 41% delle grandi imprese (con oltre 20.000 dipendenti) usano regolarmente l'email. Per questo le imprese sono sempre più preoccupate per i rischi derivanti dalla diffusione di blog, social network e altri possibili sistemi per la diffusione di notizie.

Circa il 21% delle società intervistate ha annunciato perdite di dati attraverso i blog e per il 12% si sono verificate fughe di notizie attraverso i social network. Ma anche il P2P è responsabile di questo fenomeno oltre che servizi di condivisione come YouTube.

La sicurezza delle email è un tema importante per la maggior parte delle aziende: Internet infatti rende possibile la diffusione di dati sensibili che possono viaggiare velocemente e duplicati all'infinito. Segreti commerciali o strategie interne sono particolarmente a rischio di diffusione. E a questo si aggiungono i dati personali dei dipendenti.

Secondo Forrester circa una email su dieci è a rischio di diffusione informazioni. Secondo lo studio, queste email includono sia informazioni finanziarie che contenuti osceni che espongono le società. Per affrontare questo problema spesso le aziende ricorrono a soluzioni di controllo e spionaggio delle email per poter salvaguardare le informazioni sensibili.

Via | Arstechnica.com

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: