Microsoft: il blocco di YouTube su Windows Live Messenger non è colpa nostra

YouTube bloccato su MessengerIl recente blocco di YouTube su Windows Live Messenger ha scatenato un vortice di polemiche online, arrestatosi solo con la rimozione del filtro da Microsoft. Il colosso informatico si è sentito comunque in dovere di chiarire l'accaduto con i propri utenti, giustificando il fattaccio sul blog ufficiale di MSN per bocca di Dharmesh Mehta, uno dei product manager del programma di instant messaging.

Secondo la spiegazione di Mehta, il blocco sarebbe stato frutto di una serie di fattori tramite i quali solitamente vengono filtrati gli indirizzi ritenuti illeciti, come ad esempio il numero di volte che un link viene inviato, da quanti account viene fatto e quanto frequentemente: il tutto viene confrontato con una blacklist contenente talvolta anche intere estensioni come in questo caso il .com di YouTube.

La gestione dei blocchi degli indirizzi sarebbe inoltre nelle mani di una società esterna a Microsoft, con la quale gli incaricati delle due compagnie starebbero investigando per individuare le cause del ban: maggiori chiarimenti, si spera, in seguito.

Via | Msgstuff.com

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: