La Casa Bianca ha forse perso milioni di email?

La Casa Bianca ha forse perso migliaia di email?

L'amministrazione Bush è sotto accusa perchè, secondo la National Security Archive non sono state adottate misure adeguate per l'archiviazione e il recupero futuro delle email che riguardano i cittadini americani. La legge americana, infatti, prevede che le email debbano essere salvate in modo da essere facilmente consultate per motivi di sicurezza.

Invece, secondo la NSA, la Casa Bianca non è riuscita a conservare circa cinque milioni di email da marzo 2003 a ottobre 2005. Di contro, alla Casa Bianca protestano, affermando che sono stati depositati 60.000 nastri di backup tra cui 438 "disaster recovery", ovvero nastri di backup fatti durante il periodo critico da marzo a ottobre 2003.

Di diverso avviso la NSA, che rivela che mancano proprio i nastri del periodo relativo all'invasione dell'Iraq. Sotto accusa il sistema di archiviazione, demolito durante l'amministrazione Clinton, poichè da una archiviazione automatica si è passato ad un sistema di backup manuale, ma forse meno efficiente. Il processo mediante il quale le email vengono conservate è primitivo e il rischio che i dati vengano persi è elevato.

Per questo non stupisce che dopo cinque anni, l'amministrazione Bush non sia ancora in grado di produrre un inventario completo di quale email sono state conservate e quali siano scomparse. Sta di fatto, però, che rimane un buco enorme nella sicurezza e nei documenti del periodo relativo all'amministrazione Bush. Intanto il tempo passa e la responsabilità del recupero delle email del periodo 2003-2005 potrebbe ricadere su uno dei suoi successori (Obama o McCain).

Via | Arstechnica.com

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: