SPECIALE DOWNLOADBLOG.IT: I blogger incontrano Al Gore (3/4)

Il palco


Segue da | Post 2/4


Continuano le domande da parte dei blogger. Un ragazzo affronta il problema dei media tradizionali e dell’ancora scarsa credibilità e penetrazione nella popolazione che hanno i blog e i video online. Come può Current, allora, sovvertire i media tradizionali? "Più la gente è connessa, più la gente ci guarda, più si alzerà automaticamente la qualità dei video su internet. Solo così - racconta Al Gore - riusciremo a far capire alle persone che si può fare dell'ottima informazione anche in rete”.

La domanda più interessante arriva come un fulmine in un momento un po’ di fiacca: l'Italia si trova al sessantaquattresimo posto tra i paesi del mondo per la libertà d'informazione; se venisse pubblicato un video scomodo, ad esempio sul Vaticano, come si comporterebbe Current?

E Al Gore: "Lo mostriamo comunque. Noi rispondiamo solo a voi". Permettetemi su questo punto di essere un po’ scettico: ricordate, solo per fare un esempio, quanto scalpore fece la messa in onda del documentario della Bbc sui preti pedofili qualche tempo fa?


CurrentTra l'altro, rispondendo a una domanda su Berlusconi e l'accentramento del potere mediatico, Al Gore strappa molti applausi parlando dell'etica e dell'economia: "Ci sono molte cose più importanti del successo economico. Prima tra queste è l'integrità". Poi però aggiunge: spero ci censurino, così aumenta l'audience.

Ma perché, mister Gore, è stata scelta proprio l’Italia come primo paese non anglofono in cui portare questa televisione? Perché - spiega Al Gore - l'Italia ha una grande tradizione cinematografica e una grande fantasia nella creazione di video. Solo che purtroppo è come se la nostra voce non si senta più a livello internazionale.

In realtà non viene data nessun'altra risposta; e anche qui un po' di amarezza per una risposta che poco ci soddisfa.



Segue | Post 3/4
I commenti sono stati unificati nel Post 4/4

  • shares
  • Mail