Rilasciato OpenOffice 3.0 beta

OpenOffice 3.0 betaE' da poche ore disponibile per il download la versione 3.0 beta della suite OpenOffice; la release, build BEA300_m2, è disponibile per Linux in formato rpm o deb, per Solaris (piattaforme x86 e Sparc), per Microsoft Windows e per Mac OSX, dove necessario con Java Runtime Environment. L'organizzazione di OpenOffice è tale che è disponibile un elenco di mirror in cui trovare versioni localizzate (cioè tradotte in altre lingue) della suite completa o language pack da aggiungere, per qualsiasi sistema operativo supportato.

I miglioramenti estetici non sono notevolissimi, sono state rinnovate le icone, ma la struttura dei menu è rimasta identica, molto lontana da quella futuristica stile Microsoft Office 2007. Nella sostanza invece, i cambiamenti sono moltissimi, a partire dallo Start Center: una volta avviata l'applicazione, viene chiesto quale software si vuole usare o se si vuole aprire un documento già esistente (questo tipo di approccio è molto simile a quello che Microsoft ha adottato già anni addietro con Works). Tutti i componenti supportano gli OpenDocument (files .odf) e possono leggere e modificare files nei formati Microsoft Office 2007 (.docx, .xlsx, .pptx e molti altri).

Più nel dettaglio, alcune features molto comode si trovano in Writer, grazie al quale si possono modificare files mentre sono visualizzate più pagine, in Draw, a cui è stata aggiunta la funzione per il ritaglio di immagini, e in Calc, che ha aumentato da 256 a 1024 le colonne massime possibili. E' inoltre stato implementato un servizio per la modifica condivisa di fogli di calcolo (collaborative editing). Per il futuro è prevista la possibilità di editare direttamente files .pdf.

Visto che durante il test, nonostante l'installazione sia andata a buon fine, per il primo avvio di OpenOffice è stato necessario killare il processo soffice.bin, è doveroso ricordare che per chi non vuole avere a che fare con software non stabile al 100%, il consiglio è di attendere l'autunno prossimo, periodo in cui dovrebbe essere rilasciata la versione definitiva della più apprezzata suite office open source (rilasciata sotto licenza LGPL).

Via | Digital Inspiration

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: