Project Loon: palloni aerostatici da Google per portare Internet nelle zone più remote della Terra

Segnale WiFi trasmesso tramite palloni aerostatici per portare Internet anche in terra di nessuno. Ecco Project Loon.

Internet per tutti, attraverso l'uso di palloni aerostatici. È il progetto, per certi versi folle, che Google ha messo in cantiere e battezzato Project Loon, per portare appunto la rete anche nei luoghi più impensabili della Terra. Per farlo, una serie di mongolfiere messe in rete tra loro, e spedite "ai confini dello spazio" non solo per chi abita in zone rurali, ma anche per favorire il ritorno delle comunicazioni in caso di disastro.

Mandati fino alla stratosfera, al doppio dell'altezza a cui volano gli aeroplani, i palloni di Project Loon nelle intenzioni di Google dovrebbero circolare in giro per il nostro pianeta, sospinti dal vento per prendere direzioni e cambi di quota a piacimento di chi li controlla. Mentre per le persone collegarsi a Internet via pallone sarebbe solo questione d'installare una speciale antenna sul tetto del proprio palazzo.

Project Loon è partito proprio in questo mese di giugno 2013 con una fase pilota, per la quale Google ha scelto la Nuova Zelanda come territorio candidato: nel dettaglio, i palloni, 30 per l'esattezza, viaggeranno sulle teste degli abitanti delle zone di Christchurch e Canterbury.

Il video


Insieme al sito ufficiale, Google ha dato vita anche a un account Google+ di Project Loon, oltre al solito filmato con il quale l'azienda di Mountain View accompagna ogni suo nuovo progetto. Come sempre, anche noi non manchiamo di riportarvelo:

  • shares
  • Mail