Facebook e Twitter, ecco come (e perché) grandi e piccoli usano i social network

Come utilizzano Facebook e Twitter grandi e piccoli? Una ricerca fa il punto sul comportamento narcisistico e traccia le differenze tra gruppi di età diversi

Foto Facebook e TwitterFacebook e Twitter sono sicuramente i social network di maggiore peso in tutto il mondo - checché se ne dica in Italia, dove Google Plus è cresciuto del 50% solo nell'ultimo anno -: reti sociali profondamente diverse, le creature mediatiche sono da sempre oggetto di moltissime ricerche, non ultima quella sul modo in cui e sul motivo per cui le si utilizza.

Questo studio viene dall'Università di Michigan ed è stato guidato da Elliot Panek: si è cercato di analizzare i comportamenti narcisistici di gruppi di utenti divisi dall'età (il primo era costituito da 486 studenti di 19 anni in media; il secondo, invece, da 93 persone di 35 anni); studiando le risposte date a un questionario che tutti hanno compilato, il team dell'esperto è arrivato a una conclusione non molto banale, a dire il vero.

Tra i più narcisisti degli under spiccano coloro che utilizzano frequentemente Twitter per far conoscere il proprio punto di vista, che poi, diciamocelo francamente, è tanto interessante virtualmente quanto inconsistente nella vita reale: non capita raramente, infatti, di trovarsi dinanzi a persone che utilizzano il PC come se fosse uno scudo, per dire la qualunque su qualsiasi cosa (pur senza essere aggiornati); tra gli adulti, invece, c'è meno desiderio di onnipotenza: i più narcisisti preferiscono Facebook, che permette di vedere come gli altri reagiscono ai propri post (soprattutto coloro con i quali si contratta nella realtà).

La ricerca è molto interessante, perché dimostra ancora una volta come i social network siano una estensione delle nostre relazioni in un mondo che finora sembrava tutt'altro che destinato a integrarsi con la vita di tutti i giorni.

Via | Cbc

  • shares
  • Mail