Twitter, i dati personali degli utenti antisemiti saranno rivelati (ma l'azienda non molla)

Bufera in Francia per messaggi antisemiti su Twitter, che continua (invano) a difendersi

TwitterLa vicenda è nota a tutti: su Twitter un gruppo di studenti - e la parola "gruppo" è ovviamente un eufemismo - ha preso a insultare gli ebrei con commenti meschini e assurdi, con tanto di hashtag scandalosi associati (#ebreomorto, per esempio). Tutto finito nel dimenticatoio? Assolutamente no.

Stando alle decisioni del tribunale di Parigi, Twitter dovrà rivelare i dati personali degli utenti francesi antisemiti e collaborare, di conseguenza, con le autorità; l'azienda avrebbe potuto benissimo farlo senza essere costretta, visto che non siamo dinanzi alla libertà di opinione, come invece ha voluto far credere, facendo ricorso a una sentenza che già la condannava a svelare le informazioni.

Avete letto bene: alla stessa decisione di un altro tribunale Twitter ha reagito in malo modo, senza immaginare che successivamente gli sarebbe stato imposto lo stesso comportamento; non è neanche detto, tra l'altro, che consegnerà i dati, visto che ci sarebbe l'intenzione di procedere a un secondo appello in extremis.

Stando alle parole del tribunale, Twitter non avrebbe una organizzazione buona: il presidente dell'Uejf - che ha dato avvio alla causa - ha denunciato che la piattaforma di microblogging non sarebbe riuscita a rendere facile e accessibile la comunicazione con il team di gestione; gli utenti che volevano che i contenuti - “apologia di crimini contro l’umanità e di incitamento all’odio razziale” - fossero cancellati hanno trovato non poche difficoltà nel dirglielo.

Jonathan Hayoun - questo, il nome del presidente - ha anche aggiunto che Twitter non dovrebbe “giocare con il sistema legale francese” e che “non ha fatto alcun progresso per quanto riguarda il rispetto delle leggi”.

Intanto sul social network si fa sentire l'appoggio degli utenti con hashtag come #welldone e #Uejf. Sicuramente un verdetto giusto, non trovate?

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: