Windows XP sta per "morire", le vendite dei PC avranno un picco?

I brand dell'informatica ne parlano come se fosse la seconda venuta del signore, molti invece non ne sanno nulla - Ma sarà un evento epocale: la cessazione del supporto di Windows XP.

Alla fine dell'anno se ne andrà anche Windows XP. Gli utenti dovranno per forza abbandonare il proprio vecchio PC o quantomeno aggiornarlo ad un sistema operativo differente. Inutile dire che le speranze del mercato del PC stanno proprio nella prima opzione tra le due.

Gli utenti saranno COSTRETTI a comprare più PC?



I mesi passano davvero in fretta. Oggi siamo in giugno ed è il 2013. L’8 aprile 2014 sarà la fine della corsa per Windows XP, la data in cui cesserà anche il supporto Extended per Windows XP, un vero OS zombie che Microsoft ormai maledice quotidianamente.

E Redmond non è l’unico gruppo di interesse a pregustare tale “end of life”. HP ha fatto sapere alla User Conference di Las Vegas di attendere l’8 aprile con gioia. C’era persino una slide intitolata “Goodbye XP, hello HP”, a simboleggiare le speranze di una rimonta.

Forse questi sogni sono un po’ troppo ottimisti, anche perché la flessione del mercato dei PC è inevitabile e definitiva.

Un mercato in via di spegnimento: addio PC



Dell, HP, Lenovo e gli altri hanno a lungo cercato un capro espiatorio per spiegare la fine di un’epoca e la morte dei PC. Sono saliti sul banco degli imputati i tablet, il povero e non proprio maturo Windows 8 (che presto verrà migliorato e "trasformato" in Windows 8.1), la crisi e persino la tecnologia troppo affidabile.

I fatti sono abbastanza chiari: gli utenti comprano sempre più tablet e meno PC, anche perché i vecchi computer campano anche dieci anni senza aver problemi a ottemperare a tutti i bisogni primari degli utenti, che per lo più sono navigatori.

Windows 8 non ha incontrato il favore del mercato, catturato com’è a metà tra due mondi ed incapace di lavorare bene nel mondo dell’enterprise. Eppure la strada è davvero chiara: il PC sparirà quasi del tutto, mentre le device mobile diventeranno comuni in ogni casa.

HP spera che gli utenti rimasti congelati su Windows XP siano costretti a cambiare in massa PC per passare ad un terminale Windows 8. Sicuramente possiamo prevedere un picco di vendite attorno alla primavera dell’anno prossimo - ma quante di questi nuovi device saranno tablet, e quanti invece PC portatili, ultrabook o desktop?

Via | Computer World UK

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: