Vine, Twitter lo rende disponibile su Android

Vine arriva su Android, Twitter lo rilascia mentre il suo successo raggiunge ormai facilmente i 13 milioni di utenti

Conoscete forse Vine, il servizio di video di 6 secondi che vuole essere “l’Instagram dei video”? Questa definizione è perfettamente calzante, anche perché Vine è supportato dal colosso Twitter, che è finalmente riuscito ad approntare e distribuire la versione per Android.

Stralci di vita di 6 secondi netti

Ci sono un sacco di cose che possono essere dette, fatte e mostrate in sei secondi. Vine è proprio il servizio perfetto per immagazzinare e condividere queste gemme di spontaneità che possono essere condivise subito senza “uccidere” il vostro piano dati. Condivise su tutti i social network, ovviamente, ma su Twitter è per ovvie ragioni più facile.

Finora Vine era raggiungibile solo grazie ad un’app per iOS, ma da oggi ha fatto la sua comparsa sul Google Play anche la versione per Android dell’interfaccia per catturare questi “corti d’autore”. A patto che abbiate come minimo Android 4.0 è cosa facile scaricarlo e cominciare a condividere.

L’app è senza un certo numero di feature, purtroppo - alcune lacune sono francamente ridicole, come l’assenza di accesso alla videocamera frontale e le notifiche push. Si vede che il team è stato pressato per portare dei risultati e portarli subito, piuttosto che presentare un prodotto completo e comparabile a quello per l’altra piattaforma.

La tattica sembra essere la stessa usata su iOS, tuttavia, e pare che lì abbia ripagato abbondantemente, dato che Vine ha oggi 13 milioni di utenti, cifra destinata a crescere con un influsso di utenti Android.

Come funziona

Vine consente di catturare video di 6 secondi e condividerli subito su Twitter, Facebook o solo su Vine stesso. I video vengono visualizzati in loop, ripetuti continuamente in modo da poter capire bene cosa si stia guardando. Inizialmente la presenza di contenuti poco adatti ad un pubblico non maturo aveva indotto a criticare parecchio il nuovo social network.

L’interfaccia è divisa in quattro parti, Feed per vedere cosa condividono i nostri amici, Activity per le notifiche, Explorer per ottenere segnalazioni di nuovi contenuti interessanti e Profile per l’archivio dei nostri contenuti.

L’app è gratuita.

Via | Techcrunch

  • shares
  • Mail