La Corte Europea afferma "chi scambia file online deve rimanere anonimo"

Corte Europea di Giustizia, le identità di chi scarica da internet devono rimanere anonimeLa Corte Europea di Giustizia ha dato ragione alla compagnia spagnola Telefonica nella disputa contro l'associazione Promusicae e i detentori dei diritti degli artisti musicali, che richiedeva a Telefonica di rivelare i nomi dei propri utenti che avevano scambiato file coperti da copyright con KaZaa.

La Corte ha affermato che le "le leggi comunitarie non richiedono agli stati membri, nell'assicurare l'effettiva protezione del copyright, di prevedere l'obbligo di rivelare dati personali nel contesto di procedimenti civili”.

Sta quindi cambiando il vento in Europa per quello che riguarda il file sharing? Questa sentenza della Corte Europea di Giustizia sicuramente permetterà ai provider di sentirsi meno ricattabili, anche se proprio ieri abbiamo avuto la notizia che Rapidshare potrebbe essere obbligata, idealmente in quanto si tratterebbe di una missione impossibile, a setacciare i suoi 4,5 Petabytes di dati.
[via TorrentFreak]

  • shares
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina: