Julius Richard Petri, Google Doodle animato per celebrare il microbiologo

Google omaggia il batteriologo tedesco Julius Richard Petri, inventore dell'omonima piastra per la coltivazione, con un Doodle animato a suon di batteri.

Il Google Doodle di oggi è un vero e proprio omaggio alla microbiologia. 161 anni fa in Germania nasceva Julius Richard Petri, assistente dell'illustre Robert Koch e inventore della piastra di cultura standard che ancora oggi porta il suo nome.

E così nell'home page del motore di ricerca di Mountain View campeggiano sei piastre di Petri, tante quante sono le lettere che compongono la parola Google, pronte per ospitare colonie batteriche e dare il via alla coltivazione. Siete voi, con un click del mouse, a cominciare il processo.

Il Doodle, infatti, è animato. Dopo aver fatto partire il filmato vedrete un guanto da laboratorio passare un tampone sulla superficie delle piastre di Petri. In pochi istanti da ogni recipiente spunteranno le varie coltivazioni, dai batteri ritrovati su un paio di calze odorose al misterioso contenuto di una tastiera del computer, passando per il materiale recuperato da una spugna e quello preso da un nostro amico peloso a quattro zampe.

La piastra di Petri

L'idea della piastra di cultura standard venne a Julius Richard Petri mentre lavorava come assistente per il padre della batteriologia moderna, Robert Koch. Lì, nel laboratorio di Berlino, si coltivavano batteri su piastrine di agar e Petri, ormai padrone della tecnica, riuscì a svilupparla ulteriormente proprio grazie alla sua intuizione, un piccolo recipiente di forma cilindrica che ancora oggi è uno dei più diffusi terreni di coltura.

Le piastre di Petri vengono anche utilizzate per altri scopi, come semplici portacampioni o come luoghi di osservazione del comportamento dei batteri o, ancora, per osservare la germinazione delle piante. Se vi è mai capitato di frequentare un laboratorio non potete non esservi imbattuti in una piastra di Petri.

Ecco, oggi grazie anche a Google e al suo doodle animato sapete che dietro quel piccolo cilindro che ha permesso innumerevoli scoperte e progressi, c'è proprio la figura del batteriologo tedesco Julius Richard Petri, scomparso il 20 dicembre 1921 all'età di 69 anni.

  • shares
  • Mail